È arrivata una nuova ricetta in città! Spaghetti cacio e pepe, da condividere in famiglia

Gli spaghetti cacio e pepe sono il piatto romano per eccellenza. Niente rappresenta la Capitale meglio di loro; e sia ben chiaro, spaghetti! Non qualsiasi pasta!

Versione in Spagnolo











Le origini

Oggi molti cuochi del mondo elaborano mille versioni di questa prelibatezza laziale, ma la verità è che, come gran parte della cucina italiana, anche gli spaghetti cacio e pepe hanno origini modeste. Un piatto che non pretende essere servito nei migliori ristoranti del mondo, ma vuole solo rincuorare persone lontano da casa, scaldare l’animo, e fornire energia per continuare la giornata. Non si parla solo in senso figurativo, ma anche letterale!

Infatti gli spaghetti cacio e pepe erano il pasto, e la consolazione, di molti pastori laziali durante l’epoca della transumanza. Per affrontare gli svariati giorni fuori casa, si portavano appresso una bisaccia con alimenti che si conservassero a lungo: spesso erano guanciale essiccato, pomodori secchi, e, ovviamente, spaghetti, cacio e pepe. Fondamentali poiché i carboidrati degli spaghetti provvedevano a dare energia, il cacio apportava riserve di grassi, e il pepe stimolava i recettori del calore, aiutando i pastori a proteggersi dal freddo.

I piatti “poveri” si “arricchiscono”

La cacio e pepe è all'origine di un’altra pastasciutta tipica romana. Infatti quando i pastori durante la transumanza avevano la possibilità di uccidere un maiale, ne prendevano un pezzo di guanciale, lo affumicavano sul fuoco e lo aggiungevano durante la preparazione della cacio e pepe. Nacque così la Gricia. Potete trovare la ricetta completa di questa gustosissima pasta nel ristorante della città!

Se immaginiamo la pastasciutta come una grande famiglia, si potrebbe considerare la Cacio e Pepe come la ‘madre’ della Gricia, e la ‘nonna’ dell’Amatriciana. Speriamo che i nostri chef Gennaro e Pasquale condividano con noi anche la loro ricetta per l’amatriciana, un piatto che gli italiani propongono spesso a casa, gradita da tutti, grandi e piccini.

A cucinare!

Adesso è il momento di rimboccarsi le maniche, ma la soddisfazione è garantita!

Se vi chiedete dove trovare del cacio, vi potrebbe aiutare sapere che con ‘cacio’ i romani indicavano il ‘formaggio’ in generale. Attenzione, il formaggio comunemente usato nell’Urbe a quel tempo era ciò che oggi chiamiamo “pecorino romano”. Quindi per creare una vera cacio e pepe, abbiamo bisogno di spaghetti, pecorino romano e pepe, nient’altro. Ingredienti molto semplici, ma lo stesso non si può dire dall’abilità necessaria per ottenere la giusta cremosità della salsa. Sono sicura che con un po’ di buona volontà ci riuscirete anche voi, seguendo la ricetta che troverete nel nostro ristorante. Se volete, potete condividere nei commenti a questo articolo la foto della vostra pasta realizzata.

Si potrebbe considerare la Cacio e Pepe come la ‘madre’ della Gricia, e la ‘nonna’ dell’Amatriciana.

E quando avrete la vostra porzione servita sul piatto, immaginate di essere su una terrazza di fronte al Colosseo, mentre vi gustate gli spaghetti cacio e pepe, “er mejo de Roma”.

#cacioepepe #spaghetti #pasta #cucinaitaliana #ristorante #tradizioni #Roma #ermejoderoma #ilvalradicante #valledelleradici



Viví Italia, estés donde estés.

Seguinos en las Redes Sociales

La  mia vita Italiana
  • Facebook
  • Instagram
  • Pinterest
  • Twitter
Inicia una conversación con nosotros

Contacta la redacción si quieres publicar un evento para la comunidad italiana.

Inicia una conversación con nosotros

©2020 por Lamiavitaitaliana.org

Valle delle Radici la ciudad italiana virtual de todos los descendientes
La mia vita Italiana - La escuela de Italiano on line de Valle delle Radici
conversación activa