Buscar

Mauricio Tarsitano: una porta aperta a Italia

Actualizado: 8 de ago de 2019

Mauricio Tarsitano attuale presidente del  Círculo LigureCristoforo Colombo” de La Plata ci racconta il suo cammino verso una vita dedita alla la cittadinanza italiana.

Versione in Spagnolo

Maurizio si avvicina all’Italiano appena nel 2006, ma se lo sentite parlare sembra impossibile che, in così pochi anni di studio della lingua italiana, possa parlare così bene. Con un accento che ti porta fuori strada. Non si capisce da che parte venga. Dell’Italia peró...  La sua disinvoltura nell’approcciare diversi argomenti e la proprietà con cui si muove nel suo ambiente, ti fanno capire che oggi il Circolo Ligure de “La Plata” non potrebbe avere rappresentante migliore.

Nasce a La Plata nel 1982 da mamma Ligure e da papà cosentino. I suoi nonni come tanti nostri connazionali decisero di salpare verso l’Argentina e per questo i suoi genitori si conobbero  qui,  dove poi nacque Maurizio.

Nonna Maria e Nonno il día de su matrimonio.

Maurizio come sei diventato presidente del Circolo Ligure?

-Nel 2006, come ti dicevo, ho iniziato a fare il mio primo corso di italiano per principianti nelCircolo Italiano de “La Plata”, le classi erano al 3º piano dell’edificio ma passando per il secondo vedevo sempre l’insegna del Circulo Ligure “Cristoforo Colombo” appeso sulla porta che però era sempre chiusa.

Non c’era giorno che non  seguissi con lo sguardo quel logo e passavo su e giù prima e dopo ogni classe finché un giorno, con mio stupore ed emozione, lo confesso, passai e mi fermai “La porta era finalmente aperta...”


Immagino la tua felicità dissi io...

-Credimi era una miscela tra curiosità, sfinimento nello sperare che quel giorno arrivasse e attrazione per le mie radici, dopo tutto stavo già studiando la lingua, il primo passo era fatto... ci racconta Maurizio....




E ovvio che la mia curiosità e quella di chi sta leggendo mi obbliga ad andare oltre, cos’è successo dopo aver varcato la porta?

Ero assetato di Liguria, volevo conoscere, studiare coinvolgermi fino al midollo con le mie radici, lì per lì però presi solo dei depliants - ci siamo messi a ridere tutti e due... - poi però venne il bello...continua Mauricio.

Entrai a far parte di questa grande famiglia che mi ha riconnesso con ciò che Liguria poteva darmi ancora oggi, mi sono addentrato sempre di più in quel sentimento di fuoco che mia nonna Maria e mia Mamma Graziella si erano ben curate di trasmettermi, perché loro sono state le mie portatrici sane di Liguria e mai finirò di ringraziarle. Senza quell'amore che si sentiva a casa soprattutto per Genova tutto questo non sarebbe successo, conclude Maurizio...


Maurico activo en el Círculo Ligure de La Plata, proyectos e incesantes iniciativas lo acompañan en todo lo que hace.

La sua vita cambia radicalmente dopo questo evento e non solo perché me l’ha detto lui ma perché vediamo il suo operato, instancabile. Dal momento in cui divenne presidente di questa associazione il circolo ligure “Cristoforo Colombo” diventa uno dei più attivi della regione.

In stretta collaborazione con la F.A.I.L.A.P. (Federación de Asociaciones Italianas de la Circunscripción Consular de La Plata) Maurizio Tarsitano è sempre presente negli eventi dove l’Italia viene rappresentata e festeggiata. Ne parla, collabora, insomma Maurizio c’è e si sente e se per caso l’evento non esiste ancora lui lo crea.


Chi fa da sé fa per tre! Vi dice qualcosa? Ecco Maurizio porta alta la bandiera della Liguria e dell’Italia prendendo sul serio le sue origini, la parola discendente gli sta sicuramente stretta perché lui  vive la sua italianità coscientemente e senza sosta.

Diventa così un ponte sicuro e diretto con la nostra terra, cercando sempre nuove strategie e progetti che servano non solo al Circolo Ligure di cui è presidente ma alla comunità italiana intera.


Mauricio Tarsitano junto al Cónsul General por témpore de Italia en La Plata, Nicola Occhipinti

Un’ultima domanda Maurizio cosa consiglieresti ai tuoi coetanei che magari non hanno una rappresentanza significativa italiana nella loro città?


Gli italiani all'estero siamo una risorsa..

Perché portiamo la bandiera giorno dopo giorno dell'italianità, del made in italy, del design italiano e siamo promotori della lingua e la cultura italiana..

Invito tutti giovani a non mollare!!!! A continuare battendoci per il nostro paese!!!!! Per l’Italia!!!!

Per noi sarebbe stato facile, potevamo rimanere solo cittadini argentini...ma abbiamo fatto una scelta col cuore e con l’anima...

Abbia m deciso di diventare anche cittadini italiani!!!! Una scelta consapevole, con delle responsabilità soprattutto per i giovani dirigenti come me.


Grazie Maurizio è stato un piacere conoscerci e sei fonte di ispirazione per chiunque si imbatta in te!


Donde quiera que estés, estás siempre en Italia

Síguenos en...

 

La  mia vita Italiana
  • Facebook
  • Instagram
  • Pinterest
  • Twitter
whatsapp_PNG23.png

©2019 por Lamiavitaitaliana.org

La mia vita Italiana