Il 13 dicembre arriva Santa Lucia!

Perché scrivo “arriva Santa Lucia" e non “si festeggia Santa Lucia"? Ora ve lo spiegherò con una storia...anzi, due storie!

Versione in Spagnolo

Tanto tempo fa, intorno al III secolo...

...viveva a Siracusa (in Sicilia) una giovane di nobile famiglia di nome Lucia. La ragazza aveva perso il padre intorno ai 5 anni, ma aveva ricevuto in eredità una sostanziosa dote. Tuttavia la madre soffriva da anni di emorragie per cui doveva pagare grandi somme per farsi curare, per questo Lucia e sua sorella pregavano molto Sant'Agata, la protettrice di Catania (capoluogo della Sicilia) perché aiutasse la madre molto malata. Un giorno la Santa apparve in sogno a Lucia dicendole "Lucia sorella mia, vergine consacrata a Dio, perché chiedi a me ciò che tu stessa puoi concedere? Infatti la tua fede ha giovato a tua madre ed ecco che è divenuta sana”. La madre era infatti guarita, così che Lucia decise di dedicare la sua vita al cristianesimo e ad aiutare i poveri ed i malati, dando in beneficienza la sua dote. Il promesso sposo di Lucia, per vendicarsi di questa scelta e per essere stato rifiutato, decise di denunciare la giovane, in quel periodo infatti erano in vigore i decreti di persecuzione dei cristiani emanati dall'imperatore Diocleziano. La giovane Lucia fu condannata e le fu tagliata la gola. Santa Lucia martire è venerata ancora oggi come protettrice della città di Siracusa e viene celebrata il 13 dicembre.

Durante il XVI secolo...

La città di Brescia, vicino a quella di Bergamo, venne colpita da una grave carestia. Così la notte tra il 12 e il 13 dicembre, che a quel tempo coincideva con il solstizio d’inverno, alcune signore della città di Cremona organizzarono una distribuzione di sacchi di grano, portati con degli asinelli, da lasciare di nascosto sulle porte delle famiglie bresciane affamate. Gli abitanti di Brescia, non sapendo chi avesse donato i sacchi di grano, pensarono fosse stato un dono di Santa Lucia.

Andrea Bocelli - Santa Lucia

E oggi?

Col passare degli anni, si consolidò l’usanza di scambiarsi dei doni il 13 dicembre tanto che in alcune provincie del nord Italia, tra cui Bergamo e Cremona, ed in alcune regioni come il Trentino Alto Adige e il Friuli Venezia Giulia, il culto a Santa Lucia è talmente forte e la tradizione dei doni talmente profonda, che i bambini fanno per Santa Lucia quello che in molte altre parti del mondo si fa per Babbo Natale: scrivono una lettera chiedendo i regali che vorrebbero ricevere e la sera del 12 dicembre preparano dei biscotti da lasciare alla Santa ed un mazzo di fieno per l'asinello. Santa Lucia passerà per quella casa a lasciare i doni, ma attenzione a non cercare di guardarla, si rischia di ricevere la cenere negli occhi!

Vi chiederete "ma allora ricevono i regali sia a Santa Lucia che a Natale?". Tradizionalmente no, a Natale viene festeggiata solo la nascita di Gesù, ma è anche vero che ogni occasione è buona per festeggiare e molti bambini oggi ricevono doppi regali!


Buona Santa Lucia a tutti!

Viví Italia, estés donde estés.

Seguinos en las Redes Sociales

La  mia vita Italiana
  • Facebook
  • Instagram
  • Pinterest
  • Twitter
Inicia una conversación con nosotros

Contacta la redacción si quieres publicar un evento para la comunidad italiana.

Inicia una conversación con nosotros

©2020 por Lamiavitaitaliana.org

Valle delle Radici la ciudad italiana virtual de todos los descendientes
La mia vita Italiana - La escuela de Italiano on line de Valle delle Radici
conversación activa